Sei qui: Home

Benvenuto in Cieco in Vista

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE: CALENDARIO COLLOQUI CON GLI ASPIRANTI VOLONTARI

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da UNIVOC BARI    Giovedì 29 Giugno 2017 08:30

I CANDIDATI VOLONTARI CHE HANNO PRESENTATO DOMANDA PER SVOLGERE IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE NELL'AMBITO DEL PROGETTO "UNIVOCI E CHIARI - UNIVOC GENERALE" DEVONO SOSTENERE UN COLLOQUIO CON IL SELETTORE SEZIONALE UNIVOC.

A TAL PROPOSITO INDICHIAMO QUI DI SEGUITO L’ELENCO  DEI CANDIDATI  CONVOCATI PER IL PROSSIMO  13/07/2017 :

LAURIERI ANTONIO ORE 9.00

SERGIO  SIMONA ORE 9.30

del Sordo FABRIZIO ORE 10.00

SBLENDORIO OMAR ORE 10.30

CARICOLA ERICA ORE 11.00

 

nuovo progetto SERVIZIO CIVILE NAZIONALE - APERTE LE SELEZIONI

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da UICI BARI    Lunedì 19 Giugno 2017 11:13

OGGETTO: SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO - BANDO PER LA SELEZIONE DI N.26.304 VOLONTARI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE IN iTALIA E ALL'ESTERO.

 

Si comunica che in data 24 maggio 2017, sul sito del dip. della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, è stato pubblicato il "bando per la sezione di 26.304 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia e all'estero".

Il progetto presentato dalla sezione provinciale UICI di Bari,  denominato "PER UNA REALE INTEGRAZIONE SOCIALE - 12" ha ottenuto LA NECESSARIA APPROVAZIONE PER IL RECLUTAMENTO DI N. 20 VOLONTARI.

Come da art.4 del bando, le domande degli interessati redatte in carta semplice (allegato 2) e corredate dalla scheda (all. 3) del bando nonché della fotocopia del documento di identità in corso di validità, dovranno pervenire entro le ore 14.00 del 26 giugno 2017 a questa Sede UICI sita in Bari al Viale Quinto Ennio, 54.

Le domande possono essere presentate esclusivemente secondo le seguenti modalità:

1) posta elettronica certificata (PEC) avendo cura di allegare tutta la documentazione in pdf

2) a mezzo raccomandata a/r

3) consegnate a mano.

Ci si riserva di pubblicare il calendario dei colloqui con i candidati.

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 19 Giugno 2017 12:38 )
 

VISITA GUIDATA 23 NOVEMBRE 2014

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da Uici BA    Mercoledì 19 Novembre 2014 11:26

L’UIC Sezione Provinciale di Bari organizza , nell’ambito del Progetto Biennale per l’Educazione, l’Istruzione, la Formazione Culturale, lo Sport e il Tempo Libero dei Videolesi del Comune di Bari, l’ultima visita guidata della serie dell’anno in corso.

Quest’ultima mira alla scoperta dei monumenti di rilievo del nostro prezioso patrimonio storico-artistico. Continua, infatti, la calendarizzazione di visite guidate, possibili grazie al prezioso contributo del Comune di Bari che ha inteso rinnovare tale attenzione e sostegno a tale attività progettuale.

La prossima visita guidata in programma è prevista per Domenica 23 Novembre, presso il castello cinquecentesco di Acaia, incantevole borgo medievale a pochi chilometri dal capoluogo salentino e, nel pomeriggio, visita della Basilica intitolata a Santa Caterina e nota agli studiosi per la vastità dei cicli pittorici, seconda solo alla Basilica di San Francesco d’Assisi. Per quanto riguarda il pranzo, in ristorante, si provvederà quanto prima alla comunicazione del costo.

 

Date le necessità logistiche di organizzazione degli spostamenti in pullman da e per le località su citate, è indispensabile conoscere esattamente il numero di coloro i quali vogliano prendere parte alla visita guidata.

 

E’ possibile comunicare la propria adesione chiamando la Segreteria della Sezione Provinciale di Bari dell’U.I.C.I. contattando i seguenti numeri telefonici: 080/5429082 - 080/5429058.

 

 

 

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Sezione Provinciale di Bari

 

Tel. e Fax  080/5429082 - 080/5429058

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il presidente

Luigi Iurlo

 

Circolare Informativa Soci 2014

PDF  Stampa  E-mail  Scritto da Uici BA    Mercoledì 19 Novembre 2014 10:49

CIRCOLARE INFORMATIVA Bari, lì 06/03/2014

  • Si rende noto che l'Unione ha sottoscritto una convenzione con il Patronato ANMIL di Bari. Tale convenzione permette  finalmente alla nostra Associazione di svolgere le attività  di Patronato per tutte le pratiche pensionistiche che, ricordiamo, non sono riservate ai soli soci UICI ma anche a parenti e conoscenti.
  • Anche per il 2014 sarà possibile destinare il 5 PER MILLE del gettito IRPEF,  senza alcun aggravio di spese per il contribuente, al finanziamento di determinate attività scientifiche e di utilità sociale che meritano il sostegno pubblico, fra cui l’UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI ONLUS. Ti chiediamo perciò di ricordare, all'atto della Tua denuncia dei redditi (CUD, 730 ed UNICO), quanto l'Unione ha fatto e sta facendo per la causa dei minorati della vista e quindi convincere parenti  ed amici ad uguale scelta. Nella scheda destinata al 5 per mille, il dichiarante dovrà inserire, oltre alla propria firma anche  il codice fiscale n. 80014760724 della nostra Sezione UICI.
  • CONVENZIONE ANMIL. In collaborazione con il Patronato ANMIL di Bari, la nostra Sezione può finalmente svolgere tutta una serie di attività, prima precluse, in termini di assistenza pensionistica e rapporti con l’INPS.
  • IMPORTI PENSIONISTICI 2014:
  1. Limite di reddito personale lordo annuo per il diritto alla pensione 16.449,85 euro
  2. Limite di reddito personale lordo annuo per gli ipovedenti gravi con solo assegno a vita ad esaurimento 7.908,64 euro
  3. Indennità di accompagnamento per i ciechi assoluti 863,85 euro
  4. Indennità speciale per i ciechi parziali ventesimisti 200,04 euro
  5. Pensione per i ciechi assoluti ricoverati e ciechi parziali ventesimisti 279,19 euro
  6. Pensione per i ciechi assoluti non ricoverati 301,91 euro
  7. Assegno a vita ad esaurimento 207,19 euro

In materia di maggiorazioni sociali, si informa che i soggetti pensionati disagiati, come previsto dall’art. 38 della legge N. 448/2001, Finanziaria 2002, come modificato dall’articolo 5, comma 5, della legge n. 127/2007), dal 1° gennaio 2014 avranno diritto al c.d. “incremento al milione”, con un aumento di pensione, a concorrenza, fino ad arrivare ad un massimo di 637,82 euro mensili, solo, però, se in possesso dei seguenti requisiti:

a)                status visivo: cecità totale ovvero cecità parziale

b)                età: per i ciechi totali 60 anni (fasce 6, 7, 10 e 11), per i ciechi parziali 70 anni (fasce 8, 12, 13, 16 e 17)

c)reddito: per l’anno 2014 se pensionato solo 8.291,66 euro; se pensionato coniugato, il limite reddituale deve essere inferiore a 14.110,59 euro.

Tra i redditi computati sono annoverati i redditi soggetti ad Irpef ma anche quelli esenti. Non vengono, invece, computati nel medesimo limite reddituale la rendita della casa di abitazione, la pensione di guerra, gli assegni familiari e l’assegno per il nucleo familiare, nonché la indennità speciale per i ciechi parziali ventesimisti e di accompagnamento per i ciechi assoluti erogate al solo titolo della minorazione.

N.B. L’INPS eroga d’ufficio questi aumenti solo per i pensionati che già usufruiscono delle maggiorazioni sociali. Chi invece non ha mai goduto di tali maggiorazioni, dovrà presentare una domanda, direttamente o tramite patronato ovvero tramite la Sezione UICI autorizzata, all’INPS. Le domande presentate permettono di ottenere la maggiorazione con decorrenza dal mese successivo alla data di presentazione.

Possono dunque richiedere la maggiorazione coloro che siano titolari di pensioni sociali, trattamento minimo e assegno sociale, fermi restando i requisiti necessari di reddito ed età.

  • ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE A VEDOVO/A. Il non vedente vedovo/a, titolare di pensione di reversibilità SO (lavoro dipendente) che non superi un reddito familiare di € 27.541.03, ha diritto ad una maggiorazione sulla pensione pari ad €52.91 (circolare INPS N.98/98). Possono essere richiesti gli arretrati per gli ultimi cinque anni.
  • I ciechi totali e i ciechi ventesimisti e i loro accompagnatori e gli invalidi che abbiano una percentuale di invalidità superiore al 33%, hanno diritto alle tessere di libera circolazione sui mezzi pubblici AMTAB (Bari città) purché rispondano al criterio di valutazione dettato dall’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE). In base alla nuova normativa l’abbonamento è gratuito per redditi ISEE non superiori a €7.500,00, costa €50,00 per redditi fino a €13.000,00, €70,00 per redditi fino a €20.000,00, €100,00 per redditi fino a €25.000,00, €150,00 per redditi fino a €30.000,00 e €250,00 per redditi oltre i €30.000,00.
  • Per i viaggi sui pullman extraurbani e linee ferroviarie regionali è previsto il viaggio gratuito per il cieco e per il suo accompagnatore.
  • Con legge n. 60 dell’8 febbraio 2006, lo Stato punisce, con multe  da € 500,00 a € 2.500,00, tutti gli esercenti, pubblici e privati, compresi i responsabili della gestione dei trasporti pubblici o privati, che impediscano  od ostacolino, direttamente o indirettamente, l’accesso ai privi della vista accompagnati dal proprio cane guida.
  • Presso i nostri uffici sono disponibili le Tessere ferroviarie che consentono ai nostri associati di ottenere lo sconto del 50% sui biglietti ferroviari per sé e per il proprio accompagnatore, non solo in Italia ma anche  in tutta Europa. Sono inoltre disponibili le Credenziali Alitalia per voli sul territorio nazionale con sconto sia per il non vedente che per l’accompagnatore.
  • I non vedenti hanno diritto alla esenzione dal pagamento delle tasse postali di raccomandazione, per l’invio di ciecogrammi e registrazioni sonore.
  • AGEVOLAZIONI FISCALI:

1- esenzione dal pagamento della tassa automobilistica

2- riduzione dell’IVA al 4% per l’acquisto di un’autovettura di cilindrata non superiore a 2000 centimetri cubici se alimentata a benzina e fino a 2800 se con motore diesel (a tal proposito informiamo che non è più prevista la cointestazione dell’autoveicolo che, conseguentemente deve essere intestato solo al non vedente.

3- detrazione dall’imposta lorda del 19% della spesa sostenuta per l’acquisto dell’autovettura fino ad un tetto massimo di € 18.075,99; detrazione di imposta di cui all’art.13-bis, comma 1, lett.c del Tuir anche per le altre spese relative all’autoveicolo stesso non rientranti nell’ordinaria manutenzione (escluse, quindi, le spese per il premio assicurativo, il carburante, il lubrificante, i pneumatici e le spese in genere riconducibili alla normale manutenzione del veicolo), fino al limite di spesa di € 18.075,99.

4- detrazione dell’IRPEF pari al 19% delle spese sostenute per l’acquisto del cane guida. Ai fini del calcolo della detrazione, si considera l’intero ammontare del costo sostenuto fino ad un massimo di € 18.075,99. La detrazione è prevista una sola volta in un periodo di 4 anni, salvo i casi di perdita del cane e spetta per un solo animale.

  • Diversi Comuni della provincia hanno adottato ulteriori agevolazioni fiscali relative all’imposta ICI ed alla TARSU (rifiuti solidi urbani). Si suggerisce di contattare il proprio Comune di residenza per informazioni specifiche.
  • Ricordiamo che anche quest’anno i non vedenti, totali o con residuo pari ad 1/20 in un occhio e meno di 1/20 nell’altro occhio, hanno diritto alla esenzione dal pagamento del ticket sanitario.
  • I  non vedenti possono ottenere il contrassegno speciale per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio dei portatori di handicap. Il contrassegno viene rilasciato dal comando dei Vigili Urbani di ciascun comune su presentazione di apposita domanda redatta in carta semplice, che è disponibile presso i nostri uffici.
  • E’ possibile ottenere dalla A.S.L. gratuitamente,  materiale specifico per non vedenti ed ausili informatici previsti dal nomenclatore tariffario. A tal proposito, informiamo che anche a Bari, in Via Poli, 29  ha sede la Cooperativa Aurelio Nicolodi, presso cui sarà possibile acquistare tutto il materiale specifico per non vedenti, dal classico bastone bianco, ai computer accessoriati per l’utilizzo da parte di soggetti non vedenti. Per informazioni telefonare al N.0808961495 - 0808964675.
  • Presso il Centro Messeni di Rutigliano, in Via San Francesco d’Assisi n.113/A, la Federazione delle Istituzioni Pro Ciechi ha aperto il Centro di consulenza tiflo-didattica (tel. 0802147221 – fax 0802147223) dove è possibile richiedere consulenza sul materiale didattico e tiflologico, anche per le scuole, e prenotare il materiale stesso.
  • Presso lo stesso Centro Messeni di Rutigliano (tel.0804761053-4761614) è attivo il Centro riabilitativo per ipovedenti presso cui è possibile effettuare, previa prenotazione telefonica,  visite oculistiche gratuite.
  • La Provincia di Bari - Centro Messeni ha sottoscritto un protocollo d’intesa con la ASL BARI per l’attuazione in un biennio di n.60 corsi individuali di Orientamento e Mobilità per non vedenti. Per informazioni dettagliate, gli interessati possono contattare il Centro Messeni di Rutigliano ai nn. Tel. 0804761053-0804761614-0804761689
  • Per problemi di natura economica, la Sede Centrale UICI ha deciso di chiudere anche il “Centro Regionale del libro parlato” di Bari. In relazione a ciò, la nostra sezione si sta organizzando per effettuare in prima persona il download dei testi per tornare al più presto ad essere operativi.
    • Attraverso il servizio “Postemobile” é’ possibile operare sul proprio conto corrente postale (pagamento bollettini, bonifici, ecc.) attraverso il

telefono cellulare semplicemente associando la propria Sim allo stesso c/c.

  • Tramite l’IRIFOR, organizziamo corsi per l’apprendimento dell’uso del computer, corsi di musica, corsi di aggiornamento per insegnanti di sostegno. Inoltre, tramite la sede regionale IRIFOR organizziamo  vacanze-studio per ragazzi non vedenti. Gli interessati sono invitati a mantenersi in costante contatto con i nostri uffici.
  • A Tirrenia, (PI) esiste un Centro vacanze per non vedenti di proprietà dell’Unione Italiana Ciechi. Si tratta di una struttura adeguatamente creata per ospitare persone non vedenti priva di barriere architettoniche. Il Centro è attualmente gestito da una azienda esperta del settore, esterna all’Unione. L’affittuaria si impegna a dare priorità assoluta alle prenotazioni effettuate dai non vedenti e ad applicare loro una riduzione del 6% sulle tariffe praticate alla clientela. Si impegna, inoltre, a fornire tutti i servizi alberghieri con modalità autonomamente fruibili dagli ospiti non vedenti, servire a tavola evitando il servizio a buffet, prevedere l’accompagnamento alla spiaggia in particolari casi di necessità, a consentire l’accesso dei cani guida, a procedere alla formazione e all’aggiornamento del personale nel rapporto con i non vedenti e gli ipovedenti. Per ulteriori informazioni gli interessati possono contattare i nostri uffici.
  • L’UICI ha costituito l’U.N.I.VOC. – un’associazione di volontariato -  attraverso essa attua diversi progetti oltre che gite sociali. Tutti gli interessati possono contattare i nostri uffici per fornire le proprie adesioni onde creare una banca dati cui attingere per divulgare le notizie relative all’organizzazione degli eventi.
  • Tramite l’Associazione Sportiva Dilettantistica U.I.C. Bari, è possibile, per i non vedenti, praticare le discipline del Torball, calcio, schowdown, ciclismo su tandem,  nuoto e atletica. Inoltre, si organizzano tornei di carte o dama. Naturalmente tutti gli interessati devono comunicare a priori la propria disponibilità.
  • Il gruppo “giovani” della nostra Sezione ha creato una associazione culturale “Volo cultura” attraverso cui ha attivato un laboratorio teatrale al quale possono aderire tutti i soci interessati a tale arte.
  • Il Comune di Bari ha finanziato un progetto biennale per la realizzazione di diverse attività fra cui corsi di musica, di apprendimento dell’uso del computer, gite culturali, corsi per l’apprendimento del metodo braille, corsi di scacchi, ecc. – gli interessati possono contattare i nostri uffici.
  • Presso la nostra sede é stato istituito il servizio di segretariato sociale, a vostra disposizione, dal lunedì al venerdì,  per qualsiasi chiarimento o per risolvere eventuali problemi.
  • Presso la nostra sede è possibile ottenere consulenza legale gratuita, ogni lunedì pomeriggio, previo appuntamento.
  • Ricordiamo che la Legge Quadro sull’handicap – L.104/1992, dà la possibilità ai non vedenti e, entro certi limiti anche  ai famigliari, di usufruire di permessi retribuiti. Per maggiori informazioni gli interessati possono contattare i nostri uffici.
  • Attraverso l’UNIVOC, la nostra sezione sta creando una “Casa famiglia” per non vedenti. Il progetto prevede la creazione di un ambiente familiare nel quale non vedenti autosufficienti in età compresa fra i 18 e 60 anni potranno vivere serenamente. All’uopo sono già stati ristrutturati i locali atti ad ospitare la “Casa”  mentre si sta procedendo, al momento, alla ricerca del mobilio necessario all’arredo dei locali stessi. A tal proposito abbiamo promosso una sottoscrizione fra tutti i soci finalizzata al recupero dei finanziamenti necessari all’intera operazione.  Per questo motivo alleghiamo alla presente un mod. di c/c postale che potrai utilizzare allo scopo, laddove riterrai la nostra iniziativa meritevole del  tuo sostegno.
  • Rendiamo noto che il Centro sordità “ASCOLTARE” con sede in Bari al Viale Quinto Ennio, 54 – propone per i non vedenti che abbiano anche problemi di udito,  tariffe particolarmente vantaggiose per l’acquisto di apparecchi acustici.
  • Ricordiamo che rinnovare la tessera associativa è un dovere oltre che un atto perentorio per far sì che i ciechi abbiano voce per farsi ascoltare dalle Istituzioni. Se non lo hai fatto, ti aspettiamo presso i nostri uffici per il rinnovo A/2014.

Il Presidente

Luigi Iurlo

In allegato il pdf della CIRCOLARE_INFORMATIVA_SOCI_2014pdf

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 19 Novembre 2014 11:05 )
 

Cos'è Cieco in Vista

PDF  Stampa  E-mail 

Presentazione:

Cieco in Vista, è una rete di associazioni che si pone come obiettivo comune, l’erogazione di servizi di sussidiarietà sul territorio di riferimento, che rispondano rapidamente, efficacemente ed in modo coordinato alle molteplici esigenze di un utenza che abbraccia tutti i tipi di problematiche relative alle minorazioni visive.

 

Cieco in Vista nasce dalla proposta progettuale "In rete verso quel tutto che supera la somma delle singole parti" , sostenuta da FONDAZIONE CON IL SUD

 

Le Associazioni e gli enti che  costituiscono la rete di volontariato sono dieci e di diversa natura:

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO (ODV)

1. U.N.I.Vo.C. ONLUS - Unione Italiana Volontari pro Ciechi - sezione provinciale di Bari;

2. U.N.I.Vo.C. ONLUS - Unione Italiana Volontari pro Ciechi - sezione provinciale di Barletta;

3. A.P.A.M. ONLUS - Associazione Pazienti Affetti da Maculopatia - Bari

4. A.P.R.P. ONLUS - Associazione Pugliese per la Retinite Pigmentosa - Taranto

5. A.Vo.Fa.C. - Associazione Volontari Famiglie pro Ciechi - Bari

6. Associazione Di Volontariato Donatori Di Voce - Bari

ENTI

1. U.I.C.I. ONLUS - Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Sezione provinciale di Bari;

2. U.I.C.I. ONLUS , Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Sezione provinciale di Barletta;

3. I.Ri.Fo.R. ONLUS - Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione - Consiglio Regionale Pugliese;

4. Istituzione Provinciale Centro Educativo Riabilitativo per Videolesi “Gino Messeni Localzo”, Rutigliano, Bari

La condivisione di obiettivi e la necessità di far fronte ad aspettative eterogenee da parte di una stessa utenza, hanno generato una forma di collaborazione tra alcune Associazioni del Mezzogiorno che, ognuna nella sua specificità, si occupano di minorazioni visive.

Cieco in Vista crea un rapporto di inter-azione fra tali Associazioni, al fine di consolidare la presenza sul territorio di una tangibile rete integrata di servizi per disabili della vista e famiglie, con particolare cura dell’integrazione di soggetti svantaggiati (immigrati) o tradizionalmente esclusi (anziani, soggetti con problematiche sociali etc.) aventi simili problematiche, e garantire la significativa presenza di un volontariato attivo e qualificato al servizio dell’utenza.

Cieco in Vista vuole garantire un supporto di riferimento completo nel suo genere, che sia di sostegno a tutte le attività di Rete, e che, provvisto di  indirizzi e delucidazioni circa i campi di intervento delle Associazioni, costituisca un utile e immediato strumento di riferimento per la cittadinanza, rendendo le Associazioni e gli enti aderenti alla Rete ancora più vicino agli utenti e gli utenti ancora più vicini al territorio in cui vivono e operano.

Normal 0 14 false false false

Descrivere le attività e le esperienze pregresse della rete di volontariato.

Specificare, inoltre, l’impegno della rete nel Mezzogiorno.

Le associazioni unite in Rete nel presente progetto, di fatto, intrattengono da sempre rapporti di collaborazione –formale o informale – nella molteplicità delle loro attività che si sviluppano nel Mezzogiorno.

Nello specifico si occupano di:

· Formare operatori (professionali e/o volontari) attraverso corsi di aggiornamento/formazione.

ATTIVITA’: CORSI DI AGGIORNAMENTO/FORMAZIONE

€ “Sviluppo percettivo-motorio, educazione all’immaginazione e all’espressività nell’alunno videoleso”

€ “Lettura e scrittura Braille e sviluppo logico-matematico” (n. 60 ore di frequenza)

€ “Modellatura e disegno in rilievo (n. 40 ore di frequenza)

€ “Orientamento spaziale e mobilità”

€ “L’educazione e la riabilitazione degli alunni ipovedenti” (1° livello)

€ “Corso di ipovisione: le stimolazioni visive, l’ipovisione in età precoce e nella pluridisabilità” (2° livello)

€ “Ausili informatici e software per l’integrazione scolastica degli alunni disabili visivi”

€ “Didattica dell’educazione musicale agli alunni non vedenti ed ipovedenti”

€ “Musica e musicoterapia – l’arte della comunicazione non verbale”

€ “Sviluppo senso-motorio, orientamento spaziale, educazione all’immaginazione e all’espressività, lettura e scrittura Braille e alfabetizzazione informatica nell’alunno videoleso”

· Favorire la piena attuazione dei diritti umani, civili e sociali dei soggetti videolesi, la loro equiparazione sociale e la loro integrazione in ogni ambito della vita civile, attraverso azioni sinergiche rivolte alla integrazione scolastica, lavorativa, sportiva, all’impiego del tempo libero, al riconoscimento dei diritti pensionistici.

ATTIVITA’:

- CONSULENZA ED ASSISTENZA TIFLO-SOCIO-MEDICO-PSICO-PEDAGOGICA rivolta ai videolesi in età prescolare, scolare e postscolare, alle loro famiglie e agli operatori impegnati nel settore

- PREVENZIONE VISIVA rivolta ai minori normovedenti da 0 a 10 anni mediante visite e controlli oculistico-ortottico e screening periodici nelle scuole materne dei paesi limitrofi

- ATTIVITA’ INTEGRATIVE EXTRASCOLASTICHE – EDUCATIVE E RIABILITATIVE ai disabili visivi anche pluriminorati

- PROMOZIONE DELLO SPORT dei disabili a tutti i livelli concretizzando la collaborazione con le strutture provinciali quali il Comitato Italiano Paraolimpico attraverso partite di calcio B.1 e B.2, partite di torball, show down, atletica e nuoto

- ATTIVITÀ LUDICHE quali feste, gite per gli anziani, percorsi naturalistici, corsi di ballo , maglia, saggi musicali, etc.

- RASSEGNE PROMOZIONALI CULTURALI: quiz culturali, tornei di dama, rassegna culturale: “Le donne e i poeti si raccontano”, etc.

- SEGRETARIATO SOCIALE E CONSULENZA per l’attivazione di pratiche pensionistiche

· Collaborare con il Servizio Sanitario Nazionale e con le sue articolazioni territoriali nella promozione di iniziative per la prevenzione della cecità, per il recupero visivo e per la riabilitazione funzionale e sociale dei videolesi.

ATTIVITA’:

- CAMPAGNA PER LA PREVENZIONE DELLA CECITA’ attraverso l’utilizzo dell’unità oftalmologica mobile presso le scuole e le piazze cittadine

- CONFERENZE condotte da specialisti in materia su tematiche inerenti le patologie oculari specifiche

· Collaborare con le Università, gli Istituti di ricerca, promuovere la piena attuazione del diritto al lavoro dei videolesi favorendo il collocamento lavorativo, nonché la realizzazione professionale in forme individuali o cooperative

ATTIVITA’:

- INTERVENTI presso l’Università degli Studi per la promozione di iniziative volte all’ottenimento di posti riservati a studenti non vedenti nell’ambito delle selezioni universitarie, alla fornitura di tutor per gli stessi studenti non vedenti

- COLLABORAZIONE attiva con Ufficio Provinciale del lavoro e Ispettorato provinciale del Lavoro per la ricerca di posti di lavoro riservati alle categorie protette

- PROMOZIONE del lavoro attraverso la costituzione di cooperative di sociali.

Collaborare con le pubbliche amministrazioni ed i servizi sociali locali per l’attuazione di iniziative assistenziali/previdenziali rispondenti alle necessità dei ciechi, con particolare attenzione ai videolesi pluriminorati, agli anziani, ai non vedenti in condizioni di emarginazione sociale, ai soggetti svantaggiati immigrati

ATTIVITA’:

- INTERVENTI presso le Università e gli enti preposti per l’ottenimento dell’equipollenza dei titoli scolastici conseguiti in altri Paesi

- CONSULENZA e svolgimento di pratiche rivolte all’ottenimento di provvidenze economiche

- ATTIVAZIONE del CENTRO DIURNO per soggetti non vedenti pluriminorati

- SVOLGIMENTO ATTIVITA’ DOMICILIARI per soggetti ciechi pluriminorati

 

Tutte le azioni su citate sono svolte in Rete e sottostanno a macro-campi di intervento complementari di specificità delle singolo Associazioni.

Le azioni hanno come scopo il potenziamento e lo sviluppo delle politiche sociali nel Mezzogiorno in materia di tutela dei diritti dei disabili della vista, con particolare attenzione ai soggetti tradizionalmente esclusi, immigrati e pluriminorati.